lunedì 7 novembre 2011

Corea: l'Associazione degli Inserzionisti dichiara guerra ai drama ''non etici''


Gli inserzionisti si sono fatti avanti per fermare la messa in onda di alcuni drama considerati immorali.
Sulla base del giudizio delle organizzazioni civiche, secondo le quali gli effetti collaterali negativi dei drama mandati in onda da emittenti televisive hanno raggiunto un livello allarmante, l'Associazione degli Inserzionisti della Corea chiedere che ciascuna emittente televisiva agisca a riguardo.

L'associazione chiede a ciascuna emittente di mandare in onda i drama ritenuti educativi al posto di quelli ritenuti non-etici.

L'associazione continua affermando che "i drama non-etici sono socialmente indesiderabili e riducono l'efficacia dei costi attraverso il loro impatto negativo sulla pubblicità", aggiungendo, poi, "che il problema deve essere urgentemente risolto".

Uno studio ha scoperto che la pubblicità sui drama considerati immorali ha un impatto negativo sull'immagine di un inserzionista. Kim Bong-hyeon, docente di pubblicità e pubbliche relazioni alla Dongguk University di Seoul, ha detto, nel suo rapporto "Gli effetti del contenuto dei drama per inserzionisti e pubblicità", che gli spettatori che hanno una avversione per un drama con contenuto negativo hanno la stessa avversione per spot pubblicitari mostrati dopo il drama e per i marchi in pubblicità nel drama stesso, in particolare, gli annunci con un attore o un'attrice che interpretano un personaggio cattivo nel drama hanno un enorme impatto negativo.

L'YMCA di Seoul ha monitorato 29 drama in onda sulle reti KBS, MBC e SBS, da Luglio a Settembre di quest'anno, ed ha concluso che tutti avevano elementi considerabili non etici.
Hanno, inoltre, considerato i drama Twinkle Twinkle e Miss Ripley (in onda su MCB), Miss Ajumma e New Gisaeng Story (in onda su SBS), e Believe in Love (in ondasu KBS2), come i peggiori drama, sostenendo che la loro immoralità ha raggiunto un livello allarmante..

I drama sotto accusa sono:

- Ojak Brothers (오작교 형제들 - 2011)
- Indomitable Daughters-In-Law (불굴의 며느리 - 2011)
- Miss Ajumma (미쓰 아줌마 - 2011)
- Miss. Ripley (미스 리플리 - 2011)
- Twinkle Twinkle (반짝반짝 빛나는 - 2011)
- New Gisaeng Story (신기생뎐 - 2011)
- Believe in Love (사랑을 믿어요 - 2011)
- Bread, Love and Dreams (제빵왕 김탁구 - 2010)
- Temptation of Wife (아내의 유혹 - 2008)

Qui l'articolo completo

4 commenti:

  1. Non essendo un'esperta di dorama non mi è chiaro: ci sono effettivamente dei contenuti che possono essere considerati "immorali" anche per il nostro metro di giudizio o questa associazione è particolarmente puntigliosa? Dall'articolo completo mi sembra di capire che le cose contestate sono espedienti narrativi abbastanza innocui, ma se penso a quel che passano in tv qui effettivamente di cose evitabili per la volgarità e la gratuità ce ne sono parecchie...

    RispondiElimina
  2. In effetti io stessa difficilmente capisco le argomentazioni dell'associazione degli inserzionisti. Si oppongono categoricamente ai drama che abbiamo storie di vendetta personale, infedeltà e simili (dimenticandosi forse dell'esistenza della finzione cinematografica???) o che contengano un linguaggio particolarmente volgare (cosa potrà mai essere volgare per i coreani??). Questa notizia mi lascia proprio senza parole :)

    RispondiElimina
  3. Accidenti, come sono sensibili questi coreani. Arrivare al punto di considerare negativo un prodotto solo perchè il programma in mezzo al quale viene passata la pubblicità non è edificante mi pare veramente eccessivo.

    Quindi, se una nota marca di merendine che fa pubblicità usando famigliole felice passa il suo spot dopo Criminal Minds, il pubblico deve pensare che sono dolci per serial killer?

    RispondiElimina
  4. Soprattutto se nella pubblicità c'è l'attore che interpreta in Criminal Minds il ruolo di serial killer :D

    RispondiElimina