venerdì 20 aprile 2012

Osamu Dazai. Il sole si spegne

Osamu Dazai (1909-1948). Kazuko racconta dei tristi eventi che coinvolsero la sua famiglia, eventi che portarono alla morte della madre e del fratello.
Il sole si spegne è uno dei romanzi a cui è affidata la fama e il ricordo dell’autore, morto suicida l’anno successivo alla pubblicazione.

mercoledì 18 aprile 2012

Hayami-san to Yobareru Hi

Titolo: Hayami-san to Yobareru Hi
Titolo originale: 早海さんと呼ばれる日
Regia: Keita Kono, Hidenori Joho
Scritto da: Satomi Oshima
In tv: Gennaio-Marzo 2012
Episodi: 10
Paese: Giappone
Genere: commedia, famiglia

CAST
Nao Matsushita as Yuriko Hayami
Yoshihiko Inohara as Kyoichi Hayami
Jun Kaname as Kenji Hayami
Yuichi Nakamaru as Kaoru Hayami
Yuki Morinaga as Yuzo Hayami
Eiichiro Funakoshi as Keitarou Hayami

In onda ai primi di Gennaio del 2012, questo drama è tutto incentrato sulla famiglia.
Hayami Kyoichi è il maggiore di quattro fratelli. Sposato da pochi giorni con una sua collega di lavoro, Kanai Yuriko, scopre che la madre è andata via di casa, abbandonando il marito e i tre figli che ancora vivono sotto il tetto familiare.

Il novello sposo Kyoichi, per non dare preoccupazioni alla moglie Yuriko, cerca di tenerla all'oscuro di tutto, ma il segreto non durerà a lungo. Scoperta la verità, Yuriko esprime al marito la sua volontà di aiutare la famiglia Hayami, di cui lei stessa ora è parte. I due sposini si trasferiscono a casa di Kyoichi, movimentando notevolmente la loro nuova vita matrimoniale.

sabato 14 aprile 2012

Dragon Zakura // God of Study

Titolo: Dragon Zakura
Titolo originale: ドラゴン桜
Regia: Takashi Komatsu, Akihiro Karaki
Scritto da: Takehito Hata, Norifusa Mita (manga)
In tv: Giugno-Settembre 2005
Episodi: 11
Paese: Giappone
Genere: scolastico

CAST:
Hiroshi Abe as Kenji Sakuragi
Kyoko Hasegawa as Mamako Ino
Tomohisa Yamashita as Yusuke Yajima
Masami Nagasawa as Naomi Mizuno
Akiyoshi Nakao as Ichiro Okuno
Teppei Koike as Hideki Ogata
Yui Aragaki as Yoshino Kosaka
Saeko as Maki Kobayashi

Questo drama è la storia di un povero avvocato, con un passato da teppista e motociclista, che aiuta gli studenti di un pessimo liceo, il Ryuuzan, ad entrare nell'università più prestigiosa del Giappone: la Todai di Tokyo.

martedì 10 aprile 2012

Hungry!

Titolo: Hungry!
Titolo originaleハングリー!(hangurii!)
Regia: Keita MotohashiKeiichiro ShirakiKento Kiuchi
Scritto da: Mika Omori
In TV: Gennaio-Marzo 2012
Episodi: 11
Paese: Giappone
Genere: Cucina, Commedia

CAST:
Osamu Mukai as Eisuke Yamate
Miori Takimoto as Chie-chan
Takashi Tsukamoto as Kenta
...

Protagonista del dorama è Eisuke, un trentenne che cerca in tutti i modi di sfondare nel mondo della musica rock con la sua band. Eisuke, nato in una famiglia di artisti (la madre era uno chef e il padre un pittore/illusionista-provetta), fin da bambino desiderava dedicarsi alla cucina francese seguendo le orme della madre. Nonostante il suo talento, coronato anche da notevoli premi, Eisuke resta affascinato dalla musica rock al punto tale da abbandonare le aspirazioni da chef e dedicarsi solamente alla musica.
Morta improvvisamente la madre alla soglia dei suoi trent'anni, Eisuke deciderà di abbandonare la musica e di continuare sulle orme della madre nel mondo della cucina. Non potendo, però, aprire il ristorante della madre che intanto era stato venduto, Eisuke e la sua band apriranno il loro ristorante in un vecchio e per nulla accogliente magazzino.
Alla band di cuochi formata da Eisuke, Kenta e Tsuyoshi, si uniranno altri personaggi strani e buffi, come il padre di Eisuke con le sue banali magie da quattro soldi, Chie-can, giovane studentessa universitaria che si innamora immediatamente della cucina di Eisuke, Taku, ex cantante della band di Eisuke, insuperabile nel tenere alto l'umore del gruppo, ed infine Ebina Chikako, la cameriera più nervosa e pasticciona che esista al mondo. Con degli aiutanti/amici così, Eisuke si troverà ad affrontare le gioie e i dolori del suo lavoro, ad apprezzare molto di più l'amicizia e la professione di chef.
Tutti questi personaggi hanno abbandonato la musica, loro più grande sogno, non perché fossero stanchi dei continui fallimenti, ma perché, ormai trentenni, si erano resi conto che bisognava pur scendere a patti con la realtà per poter vivere. Abbandonato il palco, però, non si sono dati per vinti. Hanno amato la loro nuova professione, l'hanno amata a tal punto che la cucina stessa è diventata il loro sogno. Questo fa sicuramente pensare: non sempre riusciamo a realizzare il nostro primo sogno, ma non per questo smettiamo di sognare. Tutti loro hanno lavorato duramente ed hanno realizzato parte dei loro sogni, sogni che cambiano, che crescono e che si modificano insieme a noi, al nostro carattere, alla nostra vita. Si sa, nei drama giapponesi c'è sempre una morale finale, un messaggio che possa in qualche modo far riflettere, ed è anche per questo che (mi) piacciono tanto!